Questo blog non poteva non cominciare con un articolo su Debian. Perché?Debian è il sistema operativo sul quale viaggia il nostro server, attualmente il server è equipaggiato con Squeeze (debian 6.1) ma prevediamo di effettuare un upgrade a wheezy (7.0) entro dicembre.Ma cos'ha di nuovo questa Wheezy?Il supporto multiarchitettura, nella conferenza annuale di Debian il DebConf11 si è deciso di potenziare il supporto multiarchitettura di Debian. E' stata ripensata la gerarchia del filesytem in modo che si possano montare in un solo sistema le librerie di più architetture.

Questo blog non poteva non cominciare con un articolo su Debian. Perché?Debian è il sistema operativo sul quale viaggia il nostro server, attualmente il server è equipaggiato con Squeeze (debian 6.1) ma prevediamo di effettuare un upgrade a wheezy (7.0) entro dicembre.Ma cos'ha di nuovo questa Wheezy?Il supporto multiarchitettura, nella conferenza annuale di Debian il DebConf11 si è deciso di potenziare il supporto multiarchitettura di Debian. E' stata ripensata la gerarchia del filesytem in modo che si possano montare in un solo sistema le librerie di più architetture. Questo facilita l'utilizzo di programmi compilati a 32 bit su sistemi a 64 bit e il cross-compiling.Tools specifici per i cloud privati, come ben sappiamo oggi va molto di moda il cloud e tutto ciò che concerne questo termine vago, ambiguo che sa molto di commercio e poco di informatica. In realtà il termine corretto per definirlo sarebbe software as a service è ovvio che questo nuovo modo di concepire l'informatica si presta all'eliminazione di tutte le libertà che un S.O. open-source come Debian offre di solito e mette l'utente nelle condizioni di offrire i propri dati ad un fornitore che potrebbe non essere sempre affidabile. La nuova Debian offre software specifico per mettere in piedi il proprio cloud privato. Naturalmente consigliamo di acquistare cloud solo da chi garantisce la riservatezza dei dati e l'utilizzo di software open-source.E' stato migliorato il software di installazione, che adesso gestisce anche la sintesi vocale per una dozzina di lingue, mentre il software è disponibile in 73 lingue.Naturalmente ci sono le versioni aggiornate di tutti i programmi storici per Linux, quali: apache, gimp, icedove, gcc, iceweasel, libreoffice, perl, php, python, samba, gnome, kde, xfce, lxde e tanto, tanto altro.Questo rende Debian capace di fare da server internet o di girare su un notebook, un desktop o un palmare. Oggi supporta nove architetture.Per provarla basta andare su www.debian.org e scaricarla.